IL PREMIO DI POESIA

Il Premio Letterario “Pietro Borgognoni”, che porta il nome del Maestro che dal 1890 al 1917 ha diretto il Corpo Musicale di Porta al Borgo, nasce nel 1968 per iniziativa di Giulio Fiorini, animatore della vita culturale della Città di Pistoia e al tempo Segretario della Filarmonica, di cui sarà Presidente dal 1979 al 1987.

Fino agli inizi degli anni '90 il Premio mantiene uno stretto legame con la Filarmonica, legame che si fa sempre più debole in seguito alla scomparsa di Giulio.

Nel 1990 il Prof. Giorgio Poli diventa Presidente della Giuria, e successivamente assume anche la veste di organizzatore. In questi anni la Filarmonica si occupa del Premio soltanto per l'allestimento della Sala Maggiore dove, dal 1979, si svolge la Cerimonia di Premiazione, oltre a mettere a disposizione la sua sede per le riunioni della Giuria.

A partire dalla 51^ Edizione (2018) la Filarmonica, su sollecitazione anche di Poli, torna a svolgere un ruolo significativo nella gestione del Premio. Infatti a Giorgio Poli viene affiancata una Segreteria Esecutiva al cui interno è inserito stabilmente un rappresentante della Filarmonica. Con la 52^ Edizione (2019) Giorgio Poli esce dalla Segreteria Esecutiva che, pertanto, gestisce il Premio in totale autonomia ma in stretto collegamento con la Filarmonica.

La Segreteria Esecutiva, preso atto della lenta e quasi inesorabile diminuizione del numero dei partecipanti, decide di introdurre alcune modifiche al Regolamento, di spostare la data della Cerimonia di Premiazione al mese di maggio al fine di favorire la partecipazione delle scuole cittadine e di reintrodurre la presenza dell'Ospite d'Onore e l'accompagnamento musicale ad opera di un Gruppo della Filarmonica Borgognoni.

Tutte queste novità dovrebbero “rinfrescare” il Premio al fine di farlo uscire da un certo elitarismo e distacco dalla realtà cittadina, recependo così lo “spirito Borgognoni” fatto di attenzione al territorio e alla sua Comunità.

Filarmonica Borgognoni © 2020